Nuovo Statuto Associativo

11 Settembre 2015, 8:50 am
Pubblicato in Struttura

Statuto Sociale vigente

STATUTO dell’Associazione Nazionale tra le Famiglie dei Caduti e Dispersi in guerra, per la causa della libertà, nell’adempimento del dovere e per la difesa delle Istituzioni democratiche e per la pace.

Ente Morale di diritto privato, senza fini di lucro, ai sensi del disposto di cui al DPR del 31 marzo 1979; posta sotto la vigilanza del Ministero della Difesa.

Iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche della Prefettura di Roma al n. 2126/1991.

Aggiornato con le modifiche deliberate dal Congresso Straordinario - Roma 29 e 1 marzo 2012.

 

Chi può iscriversi

11 Settembre 2015, 8:47 am
Pubblicato in Vantaggi e iscrizione

Possono iscriversi all'Associazione Nazionale Famiglie Caduti e dispersi in guerra gli appartenenti ai nuclei famigliari:

  • dei militari, partigiani e militarizzati, Caduti o Dispersi in guerra o comunque deceduti per causa di servizio di guerra;
  • dei militari deceduti, anche in assenza dello stato di guerra, durante il periodo di svolgimento del loro servizio;
  • dei militari e militarizzati, Caduti nel compimento del dovere per la difesa delle istituzioni democratiche e per la tutela della pace.
  • Tutti coloro che vogliono operare concretamente per il conseguimento delle finalità istituzionali dell’Ente Morale - in qualità di “Amici dell’Associazione”.

Per conoscere le varie modalità d'iscrizione all'Associazione, contattare la Sede Centrale o il Comitato della propria provincia.

Vantaggi

11 Settembre 2015, 8:46 am
Pubblicato in Vantaggi e iscrizione

In tema assistenziale, alla riduttiva formula del sussidio in denaro, sono stati aggiunti alcuni "servizi" diretti a soddisfare giuste esigenze dei soci:

  • Abbonamento gratuito alla rivista "il Presente", che contiene pagine di storia, di attualità e un'ampia selezione della vita dei Comitati Provinciali e delle Sezioni;
  • Soggiorni di 14 giorni presso le Case di Soggiorno dell’Associazione;
  • Partecipare al Raduno Nazionale e/o alle Cerimonie provinciali organizzate mantenere vivo il ricordo dei Caduti;
  • Usufruire della funzione di tutela nei riguardi delle categorie rappresentate.

Scopi dell'A.N.F.C.D.G.

11 Settembre 2015, 8:41 am
Pubblicato in Chi siamo

L'Associazione, che è apolitica, persegue - senza fini di lucro - finalità istituzionali indicate nello statuto sociale (il testo vigente è stato approvato con Decreto del Ministro della Difesa del 25/3/1992) tra cui operano, in particolare le seguenti:

  • mantenere vivo il ricordo dei Caduti promuovendo cerimonie ed onoranze;
  • operare per la cooperazione, la distensione e la pace;
  • concorrere ala cura e al decoro dei cimiteri di guerra in Italia e all'estero;
  • contribuire alla formazione e al rafforzamento della coscienza civile e democratica degli italiani e in specie dei giovani partecipando alla risoluzione dei problemi sociali del Paese;
  • sviluppare rapporti fraterni con le Forze Armate e con i Corpi che tutelano l'ordine pubblico;
  • interessarsi del collocamento al lavoro dei soci ed alla costituzione e funzionamento di Case di Soggiorno agevolando il movimento turistico e ricreativo delle categorie rappresentate;
  • intervenire presso i pubblici poteri e gli enti pubblici e privati a sostegno dei diritti dei propri aderenti anche d'intesa con le forze pubbliche e sociali, le organizzazioni sindacali dei lavoratori e le altre Associazioni di categoria;
  • cooperare con gli organi governativi per il rimpatrio da tutti i territori stranieri dei Resti Mortali dei Caduti e dei militari deceduti nei campi di prigionia e di internamento.

La funzione di tutela nei riguardi delle categorie rappresentate si concretizza nei seguenti sevizi:

  • assistenza per tutte le istanze volte ad ottenere la concessione di trattamento pensionistico indiretto e di reversibilità, di trattamenti accessori ( assegno di maggiorazione 13^ mensilità, ecc);
  • assistenza per i ricorsi in materia di pensioni di guerra al Ministero del Tesoro ed alla Corte dei Conti
    informazioni e sostegno relativamente al collocamento obbligatorio a favore delle categorie protette (orfani e vedove di guerra, figli dei grandi invalidi);
  • assistenza e informazione sui benefici previdenziali a favore delle vedove ed orfani di guerra (leggi recanti benefici combattentistici e ai dipendenti pubblici, privati e lavoratori autonomi);
  • assistenza e informazioni in materia di trattamenti pensionistici diretti e indiretti erogati dall'INPS e di benefici economici spettanti ai soggetti portatori di handicap e/o invalidi civili;
  • presenza con propri rappresentanti in Commissioni (Commissioni mediche per le pensioni di guerra, Comitato liquidazione per le pensioni di guerra, Commissioni preposte al collocamento obbligatorio ecc);
  • promozione e proposizione - per il tramite dei competenti Organi istituzionali - di provvedimenti legislativi e amministrativi al fine di elevare le condizioni morali e materiali delle categorie rappresentate;
  • pubblicazione di una rivista informativa dal titolo 'Il Presente' che viene inviata gratuitamente agli associati che desiderano riceverla.

L'Associazione Nazionale tra le famiglie dei Caduti in Guerra (A.N.F.C.D.G.) è l'Ente che in Italia - a seguito di specifiche disposizioni di legge - svolge compiti di rappresentanza, protezione e tutela nei riguardi dei congiunti (genitori, vedove, orfani, collaterali) dei militari, partigiani, militarizzati Caduti e Dispersi in guerra e per causa di guerra nonché dei militari invalidi e mutilati di guerra qualunque sia la causa del loro decesso e di coloro che in servizio nelle Forze Armate hanno perduto la vita nel compimento del dovere (servizio di leva, lotta ad ogni forma di eversione e terrorismo, nell'espletamento di missioni in nome e per conto delle Organizzazioni internazionali alle quali l'Italia aderisce).
Costituita nel 1917 venne eretta in ente morale nel 1924 e successivamente compresa ufficialmente tra gli enti pubblici di notevole rilievo nazionale per essere poi trasformata in ente morale di diritto privato nel 1979.
L'Associazione persegue - senza fini di lucro - finalità istituzionali indicate nello statuto sociale (il testo vigente è stato approvato con Decreto del Ministro della Difesa del 25/3/1992) - come da Elenco Servizi.
L'A.N.F.C.D.G. svolge la propria attività anche in campo internazionale partecipando alle iniziative della F.M.A.C. (Federazione Mondiale ex Combattenti e Vittime di guerra) alla quale aderisce fin dal 1955 e nel cui ambito rappresenta i congiunti dei Caduti italiani e mantiene rapporti di fraterna collaborazione con le analoghe Associazioni di vittime di guerra dei Paesi europei e di diversi altri Stati.

L'impegno dell'Associazione per la pace e la fraternità dei popoli si concretizza anche nello svolgimento dell' annuale celebrazione della 'Giornata Nazionale del Ricordo dei Caduti e Dispersi in Guerra' e nella organizzazione di pellegrinaggi e di solenni cerimonie che si svolgono, con l'intervento di Delegazioni straniere, presso il Monumento eretto sul Colle di Medea (Gorizia) denominato 'Ara Pacis Mundi' e nei più importanti Sacrari militari (Redipuglia, Bari, Monte Grappa ecc)

Art. 1 - dello Statuto Sociale vigente

L’Associazione Nazionale tra le Famiglie dei Caduti e dei Dispersi in guerra, per la causa della libertà, nell’adempimento del dovere e per la difesa delle istituzioni democratiche e della pace, è Ente Morale di distretto privato senza fini di lucro ed ha sede in Roma.
Nel nome dei predetti Caduti, del cui sacrificio, patrimonio ideale tramandato ai propri eredi naturali, assume simbolicamente la più significativa espressione, l’Associazione accoglie ed unisce tutti gli aventi causa componenti di ciascun nucleo famigliare dei soggetti specificati al successivo art. 2, ed ha la rappresentanza esclusiva dei loro interessi morali e materiali.

Art. 2 - dello Statuto Sociale vigente

Sono considerati:

Caduti in guerra, i militari i partigiani e i militarizzati che sono morti in azioni di guerra o in seguito a ferite, lesioni od infermità riportate od aggravate per cause di servizio di guerra;
Dispersi in guerra, i militari, i partigiani ed i militarizzati dichiarati irreperibili;
Deceduti nell’adempimento del dovere, i militari chiamati ad assolvere l’impegno di servizio in conformità al dettato di cui all’ art. 52 della Costituzione;
Caduti in difesa delle istituzioni democratiche o per la causa della pace, i militari ed i militarizzati deceduti nello svolgimento delle loro funzioni, in opposizione ad ogni forma di eversione e terrorismo, ovvero nell’espletamento di missioni in nome e per conto delle organizzazioni internazionali alle quali l’Italia aderisce.

Il Sodalizio è oggi costituito da: 
Numero 20 Comitati Regionali, a 80 Comitati Provinciali e 2.550 tra Sezioni e Fiduciariati comunali, dislocati su tutto il territorio nazionale (vedi elenco Comitati Provinciali).

Sede Centrale e Presidenza Nazionale:
Lungotevere Castello, 2 - 00193 ROMA - ITALIA
TEL. 06.6833723 - 6875866
FAX. 06.6869484 (attivo h24)
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.