Organizzazione Territoriale

11 Settembre 2015, 8:57 am
Pubblicato in Struttura

COMITATO REGIONALE
In ogni regione è costituito un Comitato Regionale
di cui fanno parte i Presidenti dei Comitati Provinciali della Regione o loro delegati. (Art.62 dello Statuto)

COMITATO PROVINCIALE 
In ogni provincia è costituito un Comitato Provinciale con sede nel Capoluogo di ciascuna provincia. (Art.77)

SEZIONE
La Sezione è il nucleo organizzativo fondamentale dell’Associazione e, nei limiti dello Statuto, ne attua i fini svolgendo la sua attività a contatto con i soci, sovvenendo ai loro bisogni, nel quadro dell’esercizio della rappresentanza dell’intera categoria, tutelandoli nei loro diritti e indirizzandoli ai loro doveri.

In ogni Comune o Frazione può essere costituita una Sezione (Artt. 110 - 111)

FIDUCIARIATI
Nella propria circoscrizione le Sezioni possono nominare dei Fiduciari. I Fiduciari hanno il compito di mantenere il contatto con i soci e di attuare ai fini associativi, rendendosi interpreti delle esigenze dei soci stessi,trasmettendo loro le istruzioni e i provvedimenti del Comitato Provinciale o della Sezione da cui dipendono. ( Art. 137)

Organi Centrali

11 Settembre 2015, 8:56 am
Pubblicato in Struttura

 

Quadriennio 2018 – 2021 

GIUNTA ESECUTIVA CENTRALE

PRESIDENTE                                                                   

DI GIANNANTONIO GIUSEPPE                          

VICE PRESIDENTE NAZIONALE                                 

D’ANGELO ANNA MARIA                     

VICE PRESIDENTE NAZIONALE                                 

PETRONICI LOREDANO                       

COMPONENTE                                                                

CRESPI GIUSEPPE

COMPONENTE                                                                

MAURINO CHIAFFREDO                                              

 

COMITATO CENTRALE                        

BECCHIO PIERLUIGI

CASTELLANI GABRIELE

GIACONI ALESSANDRO                            

MIGLIORINI ROMEO GIULIO                                                                                          

ROTONDARO GIUSEPPE           

ZARLI MAURIZIO 

 

PRESIDENTI REGIONALI

ABRUZZO 

VALLE D’AOSTA

CAMPANIA

EMILIA ROMAGNA

FRIULI VENEZIA GIULIA

LAZIO

LIGURIA

LOMBARDIA

MARCHE

MOLISE 

PIEMONTE

PUGLIA

SARDEGNA

SICILIA 

TOSCANA

TRENTINO ALTO ADIGE  

UMBRIA     

VENETO    

PEROZZI PIETRO

MAURINO MICHELE

ROSA ANGELO

BATTAGLINI AUGUSTO

MARCHI CAVICCHI JIULIA 

FELLA PASQUALE

CAPACCIO MARA

FERRARIO SERGIO

MENGHI ERALDO

PILLA DOMENICO

DE MARCO BRUNO

MICCOLI BENITO ANTONIO

VITTINIO EMANUELE

CUGNO GIUSEPPE

BRUSONI GIANCARLO

SIMONE IOLE

TONNETTI ROSANNA

BALDAN ADRIANO

 

COLLEGIO CENTRALE DEI SINDACI

1

2

3

D’AMICO

ARSENI

RICCUCCI 

GIUSEPPE

GIULIO 

PIERLUIGI

 

COLLEGIO DEI PROBIVIRI

1

2

3

PITTON

COLAPAOLI

VASSALLI

VILFRIDO

LUCIANA

VANESSA

Il Presidente

11 Settembre 2015, 8:54 am
Pubblicato in Struttura

Il Presidente dell'A.N.F.C.D.G

  • Ha la legale rappresentanza dell’Associazione e presiede il Comitato Centrale e la Giunta Esecutiva Centrale;
  • Vigila sull’osservanza delle norme statutarie e regolamentari e sull’esecuzione delle deliberazioni del Comitato Centrale e della Giunta Esecutiva Centrale;
  • Esamina gli atti e formula le proposte da sottoporre al Comitato Centrale e, in caso di urgenza, ne assume i poteri, salvo ratifica del Comitato medesimo da chiedersi sulla sua prima riunione;
  • Vigila sull’andamento amministrativo e contabile degli Organi periferici dell’Associazione;
  • Dispone ispezioni e inchieste per accertare il regolare funzionamento dei Comitati regionali, del Comitato Provinciale e delle Sezioni Comunali;
  • Può intervenire o farsi rappresentare dai sui delegati nelle adunanze degli Organi periferici associativi, senza voto deliberativo;
  • Può chiedere gli atti deliberativi degli Organi periferici Associativi;
  • Può rilasciare procure per la stipulazione di atti che interessano l’Associazione;
  • Rappresenta personalmente, o a mezzo di suo delegato , l’Associazione presso gli Organismi Nazionali con i quali l’Associazione stessa sia chiamata a collaborare.

La carica di presidente Nazionale non è compatibile con altra carica associativa.

PRESIDENTE: Dott. Giuseppe Di Giannantonio

Nuovo Statuto Associativo

11 Settembre 2015, 8:50 am
Pubblicato in Struttura

 

Statuto Sociale vigente

 

STATUTO dell’Associazione Nazionale tra le Famiglie dei Caduti e Dispersi in guerra, per la causa della libertà, nell’ adempimento del dovere e per la difesa delle Istituzioni Democratiche e per la Pace.


Ente Morale di diritto privato, senza fini di lucro, ai sensi del disposto di cui al DPR del 31 marzo 1979; posta sotto la vigilanza del Ministero della Difesa.


Iscritta nel Registro delle Persone Giuridiche della Prefettura di Roma al n. 2126/1991.


Iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale ai sensi della Legge 7 dicembre 2000 n. 383.


(Testo aggiornato con le modifiche deliberate dal XX Congresso Nazionale – Montesilvano (PE) 13-14-15-16 novembre 2013).