GIUSEPPE DI GIANNANTONIO È IL NUOVO PRESIDENTE NAZIONALE DELL’ANFCDG

Pubblicato in News

Il Dott. Giuseppe Di Giannantonio è il nuovo Presidente dell’Associazione Nazionale Famiglie dei Caduti e Dispersi in guerra. E’ stato eletto dal Comitato Centrale, emerso dal XXI Congresso Nazionale dell’Associazione che si è tenuto a Montesilvano, in Abruzzo, lo scorso 6 maggio.

_______________________________

GIUSEPPE DI GIANNANTONIO, nato a Goriano Sicoli (AQ) il 01/07/1947 e residente a Montesilvano(PE) è sposato e ha due figlie.

ORFANO DI GUERRA, Laureato in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Pescara - ha rivestito, nel Sodalizio, le seguenti cariche:

  • Presidente Provinciale di Pescara
  • Presidente Regionale per l’Abruzzo
  • Consigliere Nazionale

In ambito lavorativo è stato dipendente di Enti Pubblici:

  • Docente temporaneo in scuole della provincia di Pescara
  • Dipendente ex-INAM con mansioni di  liquidatore
  • Dipendente  Regione Abruzzo

Durante il servizio ha ricoperto cariche di responsabilità in vari settori tra i quali:

  • Segretario della Commissione di studio per l’attuazione del Prontuario Terapeutico Ospedaliero Regionale;
  • Responsabile dell’Unità operativa “Gestione delle Casse e dei Servizi Economiali” della Giunta Regionale, dell’“ Ufficio Qualità dei Servizi e Strutture”, Ufficio per la Qualità dei Servizi Sociali - Cooperazione Sociale - Vigilanza su Servizi e Strutture; Ufficio IPAB e rapporti con Enti e soggetti sociali, organismi  consultivi in materia sociale e socio sanitaria. 
  • Ha, inoltre, collaborato alla redazione di disegni di legge regionali in materia sociale.

È stato Sindaco del Comune di Goriano Sicoli (AQ) realizzando opere pubbliche tra le quali una residenza per anziani.  Ha costituito un’Associazione culturale ricreativa per anziani - ONLUS.  Ha ricoperto cariche in numerose commissioni di lavoro volte a tutelare soggetti socialmente disagiati e di cooperazione sociale.

______________________________________


LE NUOVE CARICHE CENTRALI

Altro in questa categoria: Musica-Arte e la Grande Guerra »